800 196 832 Chiamaci ora Contattaci

Igiene sul lavoro best practices

Quali sono le best practice per l'igiene nei luoghi di lavoro? Scopri metodi e dispositivi adeguati

L’igiene nei luoghi di lavoro non è mai stata così importante come negli ultimi anni, infatti è nata una nuova normalità che pone maggiore attenzione per la salute e il benessere.

Non dobbiamo dimenticarci di tutte le precauzioni prese durante i periodi di massima diffusione del virus, ma sfruttare questa esperienza per continuare a mantenere gli ambienti interni igienizzati e sicuri.

Inoltre, un’azienda che non cura l’igiene, con locali caratterizzati da bassa qualità dell’aria, cattivi odori, polvere o sporco accumulato, può subire danni d’immagine, oltre che economici. 

Come possiamo allora organizzare al meglio e rendere gli spazi aziendali più sicuri per tutti? 

Continua a leggere l’articolo per scoprire preziosi consigli.

L’igiene sul lavoro è importante per l’immagine e i guadagni

Oggi luoghi di lavoro con scarsa igiene, bassa qualità dell’aria, cattivi odori, polvere possono determinare danni d’immagine ed economici molto elevati per un’azienda.

Clienti, partner commerciali, ma anche dipendenti, quando notano poca attenzione sull’igiene degli ambienti chiusi di un’impresa possono farsi un’idea negativa di chi li amministra e anche del brand.

Tutto questo porta a problemi rilevanti:

  • Minori vendite
  • Difficoltà nelle collaborazioni
  • Minore produttività
  • Incremento delle dimissioni

Un ufficio in cui non sono presenti idonei dispositivi per la cura dell’igiene delle mani e dell’aria, ad esempio, può trasmettere insicurezza, non consentendo agli impiegati di concentrarsi unicamente sul lavoro. Gli effetti di queste mancanze possono essere: tempi di lavorazione più lunghi e minore qualità del risultato.

Se l’ufficio fosse frequentato anche da clienti e collaboratori esterni, la scarsa igiene potrebbe comunicare lassismo e, di conseguenza, spingere le persone a prendere le distanze da quel luogo e dall’azienda in generale, rinunciando anche a future interazioni.

Conoscere le norme per l’igiene sul lavoro 

L’igiene sui luoghi di lavoro è strettamente collegata alla sicurezza, ecco perché è fondamentale che manager e imprenditori, conoscano innanzitutto il decreto legislativo del 9 aprile 2008 n. 81 - Testo Unico Sulla Sicurezza Nei Luoghi Di Lavoro o TUSL.

Nell’articolo 18, che descrive gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente, si dice che è fondamentale fornire ai lavoratori i necessari e idonei dispositivi di protezione individualee “richiedere l'osservanza da parte dei singoli lavoratori delle norme vigenti, nonché delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e di igiene del lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuali messi a loro disposizione”.

Inoltre, il decreto impone anche la corretta formazione e informazione dei lavoratori e dei responsabili della sicurezza.

La conoscenza del TUSL è la base da cui partire per costruire un sistema che aiuti a mantenere gli ambienti di lavoro puliti, igienizzati e sicuri. 

Per l’igiene sul lavoro analizzare le caratteristiche dell’azienda

Ogni azienda, al di là di situazioni di rischio straordinarie come quella dovuta al Covid-19, ha caratteristiche uniche che devono essere valutate per implementare metodologie utili a mantenere corretti standard igienici.

Analizziamo meglio alcuni elementi che influiscono sul mantenimento dell’igiene in azienda:

  • Numero di persone presenti nei vari ambienti aziendali (uffici, sale riunioni, reparti di produzione, luoghi aperti al pubblico)
  • Tipo di attività che vengono svolte all’interno degli ambienti
  • Presenza di potenziali fonti di virus, batteri, agenti chimici nocivi
  • Cambiamenti che rendono insufficienti i metodi e gli strumenti già adottati per igienizzare gli ambienti di lavoro

Avvalendosi della consulenza di professionisti sarà più semplice definire una strategia personalizzata per mettere in sicurezza i dipendenti e i clienti che entrano in un’impresa o in un ufficio pubblico.

Come migliorare l'ambiente di lavoro? Scegliendo idonei strumenti per l’igiene 

Per migliorare l’ambiente di lavoro è necessario innanzi tutto fornire ai dipendenti tutti gli strumenti che li facciano sentire al sicuro durante le molte ore che passano in azienda.

Oggi è indispensabile mettere a disposizione di chi entra in un luogo di lavoro dispenser con igienizzante per le mani, sistemi per la purificazione dell’aria e dispositivi che contengano la diffusione di microrganismi nocivi.

Oltre a curare la salubrità di ciò che le persone toccano e respirano, è possibile migliorare l’ambiente di lavoro anche eliminando eventuali cattivi odori e diffondendo profumi che comunichino relax e salubrità.

Posizionare tappeti igienizzanti e antipolvere, installare purificatori d’aria, dotare gli spazi comuni e i servizi igienici di adeguati strumenti per la pulizia, l’asciugatura e l’igienizzazione delle mani e collocare diffusori di fragranze, sono operazioni necessarie per creare luoghi di lavoro produttivi per i collaboratori e in cui i clienti sostino a lungo, provando sensazioni piacevoli.

Vuoi curare perfettamente l’igiene nei luoghi di lavoro e creare ambienti più produttivi?

Vuoi approfondire questo argomento?

Benessere e sicurezza

Servizi per migliorare il livello di wellbeing e sicurezza all'interno degli ambienti lavorativi

  • Soluzioni per aumentare e migliorare la percezione di clineti ed utenti di benessere e sicurezza.
  • Piante da interno, Cassette di primo soccorso e profumazioni per ambienti.
  • Servizio esclusivo e personalizzato. Scopri che cos'è il wellbeing aziendale e quali sono i vantaggi.
Scopri di più

Post suggeriti